Serenissima Gran Loggia d'Italia

Ordine Generale degli Antichi Liberi Accettati Muratori

Giunta Esecutiva


Francesco Febbraio
1° Gran Sorvegliante


Marco Isernia
2° Gran Sorvegliante


Rosario Soldani
Grande Oratore


Luigi Rossetti
Gran Tesoriere


Silvio Popolano
Gran Cancelliere


Francesco Orlando
Gran Segretario Generale

New Project

Il Governo della Comunione Massonica Italiana è composta dalla Giunta Esecutiva e dal Consiglio dell’Ordine (Art. 32 - Composizione)
La Giunta Esecutiva della Comunione Massonica Italiana è l’Organo collegiale esecutivo ed amministrativo della Comunione Massonica Italiana. (Art. 33 – Nozione della Giunta Esecutiva)
Sono Membri effettivi della Giunta Esecutiva della Comunione Massonica Italiana, con diritto di voto:
il Gran Maestro, il Gran Maestro Emerito, se nominato, il Gran Maestro Aggiunto Vicario, se nominato, i Grandi Maestri Aggiunti, il Primo Gran Sorvegliante, il Secondo Gran Sorvegliante, il Grande Oratore, il Gran Tesoriere, il Gran Cancelliere. Partecipano alle sedute della Giunta Esecutiva, senza diritto di voto:, il precedente Gran Maestro, il Gran Segretario, con funzione di verbalizzante, il Presidente del Collegio degli Architetti Revisori od un suo Delegato, il Grande Oratore Aggiunto, il Gran Tesoriere Aggiunto, il Gran Segretario Aggiunto.
Non sono previsti Membri elettivi, ad eccezione del Gran Tesoriere. (Art. 34 – La struttura della Giunta Esecutiva)
Il Gran Maestro provvede alla sostituzione di un Membro Effettivo della Giunta Esecutiva, su parere favorevole della stessa, in caso di impedimento permanente, dimissioni o passaggio all’Oriente Eterno, nominando altro Fratello, il quale dovrà avere i requisiti prescritti. Se Ufficiale elettivo, tale nomina è soggetta alla ratifica della Serenissima Gran Loggia Nazionale, in occasione della prima Tornata successiva. (Art. 35 – Sostituzione dei Membri della Giunta Esecutiva)
La Giunta Esecutiva si riunisce in sedute ordinarie nei giorni da essa stabiliti; in caso d’urgenza, il Gran Maestro può convocarla in seduta straordinaria. Le sedute sono valide quando siano presenti almeno cinque Membri Effettivi; le deliberazioni sono prese a maggioranza. In caso di parità, prevale il voto di chi la presiede. (Art. 36 – Metodi della Giunta Esecutiva
La Giunta Esecutiva della Comunione Massonica Italiana:
a) dà esecuzione alle norme della Costituzione e del Regolamento dell’Ordine ed alle deliberazioni della Serenissima Gran Loggia Nazionale;
b) discute e delibera sugli argomenti attinenti al Governo dell’Ordine;
c) regola i rapporti con le Comunioni Estere e ne propone il riconoscimento;
d) può stipulare Protocolli d’Intesa con Corpi Massonici Rituali;
e) dispone quanto necessario per il buon andamento della Comunione Massonica Italiana e per la diffusione del Pensiero Massonico anche per mezzo di manifestazioni pubbliche a carattere nazionale e locale, di bollettini e riviste e mezzi audiovisivi, compreso Internet;
f) annualmente prende atto della Relazione morale del Grande Oratore, della Relazione amministrativa del Gran Segretario Generale e della Relazione finanziaria del Gran Tesoriere, prima della Serenissima Gran Loggia Nazionale;
g) cura l’amministrazione della Comunione Massonica Italiana e ne predispone i bilanci;
h) propone alla Serenissima Gran Loggia Nazionale l’ammontare delle Capitazioni, delle Capitazioni Annue, delle Tasse d’Ammissione, Riammissione, Affiliazione e Regolarizzazione, dei Passaggi di Grado, dovute dai Fratelli e determina, previo parere del Consiglio dell’Ordine, l’ammontare di eventuali contributi straordinari;
i) tiene il Libro d’Oro della Comunione Massonica Italiana;
j) tiene aggiornati i Ruoli Anagrafici della Comunione Massonica Italiana;
k) cura il coordinamento dell’attività delle Grandi Delegazioni Magistrali, delle Delegazioni Magistrali e dei Collegi Circoscrizionali sul territorio nazionale;
l) determina il numero del Consiglio dell’Ordine, ne dichiara la loro decadenza e provvede alla sostituzione;
m) autorizza la formazione di Triangoli e stabilisce il loro regolamento;
n) approva la fondazione di Logge, la modifica del loro titolo distintivo ed il trasferimento della sede; cura i contatti con le singole Logge; ne ratifica, verificata la legittimità, lo scioglimento e la fusione; ne dichiara l’estinzione e ne dispone la cancellazione, ricorrendone i presupposti;
o) cura l’osservanza dei Rituali seguiti dalle Logge e studia, avvalendosi della Commissione Rituali, le eventuali modifiche;
p) verifica la legittimità ed approva i Regolamenti di tutti gli organismi della Comunione Massonica Italiana;
q) concede l’exeat ai Fratelli appartenenti a Logge disciolte, estinte o demolite;
r) formula l’ordine del giorno della Serenissima Gran Loggia Nazionale;
s) esprime i pareri previsti dall’art. 35 della presente Costituzione;
t) può istituire Commissioni temporanee per lo studio di problemi, che non siano già di competenza delle Commissioni Permanenti;
u) delibera la dispensa dagli oneri finanziari per i Fratelli di età superiore ai 75 anni o di 50 anni di appartenenza. (Art. 37 – Competenze della Giunta Esecutiva)